Trucchi per scaricare i video da youtube in Linux

L’argomento di oggi è youtube: vedremo come è possibile scaricare i video con Linux, e quali sono le principali opzioni. Il programma di cui abbiamo bisogno per scaricare i video è youtube-dl, il quale è disponibile nei repository delle principali distribuzioni Linux. Questo software funziona unicamente da linea di comando, e il suo utilizzo è semplice se conosciamo le opzioni giuste da usare ;-), anzi secondo me è anche più semplice di altri software con GUI analoghi! […]

L’argomento di oggi è youtube: vedremo come è possibile scaricare i video con Linux, e quali sono le principali opzioni. Il programma di cui abbiamo bisogno per scaricare i video è youtube-dl, il quale è disponibile nei repository delle principali distribuzioni Linux. Questo software funziona unicamente da linea di comando, e il suo utilizzo è semplice se conosciamo le opzioni giuste da usare ;-), anzi secondo me è anche più semplice di altri software con GUI analoghi!

YouTube-Logo

1 – Scaricare un video da youtube

Il primo passo sarà quello di installare youtube-dl, o tramite repository, oppure scaricando il software dal sito ufficiale.

Dopo averlo installato, al primo avvio occupiamoci di aggiornare il programma alla versione più recente con l’opzione U:

# youtube-dl -U
Updating to latest version...
Updated youtube-dl. Restart youtube-dl to use the new version.

Passiamo subito a vedere come è possibile scaricare i video inclusi di audio.

Scelto il video da scaricare, prima di tutto controlliamo con quali formati è disponibile, in modo da scegliere quello riteniamo più adatto:

$ youtube-dl -F video_da_scaricare

Il comando restituisce un elenco dei formati disponibili, con annessa risoluzione grafica. Vediamo un esempio:

$ youtube-dl -F http://www.youtube.com/watch?v=oyauS1x54hM&feature=fvwrel
Setting language
oyauS1x54hM: Downloading video webpage
oyauS1x54hM: Downloading video info webpage
oyauS1x54hM: Extracting video information
Available formats:
37 : mp4 [1080x1920]
45 : webm [720x1280]
22 : mp4 [720x1280]
35 : flv [480x854]
43 : webm [360x640]
34 : flv [360x640]
18 : mp4 [360x640]
5 : flv [240x400]
17 : mp4 [144x176]

E’ possibile osservare sulla sinistra una serie di numeri, mentre sulla destra vengono mostrati il formato (mp4, webm, …) e la risoluzione. La risoluzione e il formato decretano la qualità generale del video. Nella seguente tabella di wikipedia sono messi a confronto i formati:

http://en.wikipedia.org/wiki/YouTube#Quality_and_codecs

Nel caso in cui siano disponibili più formati (come nell’esempio precedente),è possibile scegliere quello più adatto alle proprie necessità. Se dobbiamo scaricare una grande quantità di video, o se la qualità non è l’elemento principale, possiamo scegliere una risoluzione media, tipo 360×640. Se dobbiamo invece scaricare pochi video e ci interessa l’alta definizione, possiamo optare anche per una risoluzione alta, come 1080×1920. Dobbiamo ricordare che ad una maggior qualità audio/video corrisponde in genere un file di dimensioni maggiori. Nel caso dell’esempio la qualità massima è quella del formato mp4 con numero 37. Laddove possibile, personalmente preferisco il formato mp4 per avere una maggiore portabilità, rispetto ad esempio a flv.

Dunque, dopo aver scelto la qualità procediamo a scaricare il video con questo comando:

$ youtube-dl -t -f formato video_da_scaricare

Tornando all’esempio precedente abbiamo:

$ youtube-dl -t -f 37 http://www.youtube.com/watch?v=oyauS1x54hM&feature=fvwrel

Le opzioni usate in questo comando sono t, che imposta il nome del file scaricato uguale a quello del video youtube, e l’opzione f per specificare il formato da scaricare.

2 – Estrarre l’audio di un video come mp3

Una particolare funzionalità di youtube-dl è quella che permette di estrarre da un video solo la componente audio, ed in formato mp3. Per fare ciò, è necessario avere installato nel sistema ffmpeg, aggiornato all’ultima versione disponibile. Per estrarre l’audio in mp3 il comando da dare è il seguente:

# youtube-dl -t -f formato --extract-audio --audio-format mp3 --audio-quality 256k video_di_youtube

Con un esempio, il comando precedente diventerebbe:

# youtube-dl -t --max-quality 37 --extract-audio --audio-format mp3 --audio-quality 256k http://www.youtube.com/watch?v=mqVMZB5KPjY

3 – Ottenere informazioni audio/video di un file

Un software molto utile è Mediainfo, installabile sia con GUI che senza e in grado di fornire dettagliatissime informazioni audio e video di un file. Se il software non dovesse essere presente all’interno dei repository è possibile recuperarlo, per la maggior parte delle distribuzioni (anche per Windows e Mac OS X), a questo link:

http://mediainfo.sourceforge.net/it

Un esempio di utilizzo di Mediainfo è:

$ mediainfo Loca_Shakira-G5Q9vSXoKQ8.mp4
General
Complete name : Loca_Shakira-G5Q9vSXoKQ8.mp4
Format : MPEG-4
Format profile : Base Media / Version 2
Codec ID : mp42
File size : 14.1 MiB
Duration : 3mn 7s
Overall bit rate mode : Variable
Overall bit rate : 634 Kbps
Encoded date : UTC 2011-07-17 07:38:03
Tagged date : UTC 2011-07-17 07:38:03
gsst : 0
gstd : 187120
gssd : BADC202E5HH1342530140109985
gshh : o-o.preferred.mil01s12.v15.nonxt8.c.youtube.com
----------------------------
Video
ID : 1
Format : AVC
Format/Info : Advanced Video Codec
Format profile : Baseline@L1.3
Format settings, CABAC : No
Format settings, ReFrames : 1 frame
Codec ID : avc1
Codec ID/Info : Advanced Video Coding
Duration : 3mn 7s
Bit rate : 534 Kbps
Maximum bit rate : 762 Kbps
Width : 400 pixels
Height : 226 pixels
Display aspect ratio : 16:9
Frame rate mode : Constant
Frame rate : 25.000 fps
Color space : YUV
Chroma subsampling : 4:2:0
Bit depth : 8 bits
Scan type : Progressive
Bits/(Pixel*Frame) : 0.236
Stream size : 11.9 MiB (84%)
Tagged date : UTC 2011-07-17 07:38:03
----------------------------
Audio
ID : 2
Format : AAC
Format/Info : Advanced Audio Codec
Format profile : LC
Codec ID : 40
...

Buon download a tutti!!

roghan

Guadagnare con i social network?!

Giorni fa sono capitato su quello che pare essere un nuovo social network, o meglio un altro… ma con una particolarità! Il titolo della homepage recita infatti “Il Network Sociale che Ricompensa i Suoi Membri”, che ottima trovata vi starete dicendo! Davvero una bella novità, e finalmente una ventata di aria fresca… tenendo conto di quanto siano sempre più utilizzati ultimamente i social network, facebook su tutti! Ma sarà davvero così? Forse sì, o forse no? Cosa ci guadagna il sito oltre la popolarità? Andiamo per ordine e partiamo dal sito, che è raggiungibile al seguente indirizzo:

Klikot

Per curiosità sono andato a leggere la pagina Privacy, che si trova in basso nella home, e l’arcano è stato svelato: guadagno per gli utenti in cambio dei loro dati! E poi si parla sempre di privacy… Infatti basta fermarsi al primo paragrafo della pagina (quello intitolato “Personal information that We collect”), e in particolare alla seguente parte:
[…]

Giorni fa sono capitato su quello che pare essere un nuovo social network, o meglio un altro… ma con una particolarità! Il titolo della homepage recita infatti “Il Network Sociale che Ricompensa i Suoi Membri“, che ottima trovata vi starete dicendo! Davvero una bella novità, e finalmente una ventata di aria fresca… tenendo conto di quanto siano sempre più utilizzati ultimamente i social network, facebook su tutti! Ma sarà davvero così? Forse sì, o forse no? Cosa ci guadagna il sito oltre la popolarità? Andiamo per ordine e partiamo dal sito, che è raggiungibile al seguente indirizzo:

Klikot

Per curiosità sono andato a leggere la pagina Privacy, che si trova in basso nella home, e l’arcano è stato svelato: guadagno per gli utenti in cambio dei loro dati! E poi si parla sempre di privacy… Infatti basta fermarsi al primo paragrafo della pagina (quello intitolato “Personal information that We collect”), e in particolare alla seguente parte:

“For example, we may record the frequency and scope of your use of the services, the duration of your sessions, the web pages that you visit, information that you read, content that you use or create, advertisements that you view or click on, your communications with other users and third parties on Klikot, the Internet protocol (IP) address and the name of the domain that serve you to access Klikot, or any of the Services, and the geographic location of the computer system that you are using to log-in on Klikot. We may automatically gather this information, through the use of log files. If you are registered with Klikot, the information we gather may be anonymous or in some instances personally identifiable. If you are not a registered user, than we will not knowingly make use of any information which personally identifies you, except as specifically indicated in the policy.”

Praticamente vengono registrate quasi tutte le azioni effettuate dall’utente sul sito :-|, anche se in teoria più avanti nella pagina vengono specificati i termini di utilizzo dei dati raccolti (non so però quanto possano essere ritenuti affidabili e precisi). Vengono memorizzati i file log delle pagine visitate dagli utenti, i contenuti creati o usati, tutte le comunicazioni, e l’indirizzo IP! Quest’ultimo è ciò che identifica in Rete una qualsiasi persona o più in generale un dispositivo collegato alla Rete, e può essere paragonato al numero della carta d’identità di una persona, anche se risalire al nome dell’intestatario dell’indirizzo IP non è una cosa praticamente possibile (dovrebbe essere inoltrata una richiesta all’ISP dell’utente), eccetto che per enti del tipo NSA, FBI, Polizia Postale, o comunque grandi organizzazioni.

Questo credo sia solo uno dei tanti esempi che circolano sul web, non solo per quanto riguarda i social network, ma anche per tanti altri servizi. Spesso un servizio, un software, o qualunque altra cosa liberamente distribuita sul web cela al suo interno un arcano segreto, simile a quello di questo sito, se non peggiore! Non è una novità sentire di siti e aziende che hanno venduto i dati raccolti nei loro database a terze parti, di programmi contenenti spyware al loro interno (da non confondere con il termine più generale malware, ossia tutto quel software che ha come obiettivo quello di danneggiare il pc su cui viene eseguito). Con questo non voglio dire di non usare servizi e siti free, o software freeware, anzi l’open source dovrebbe fare da scuola a molti, però dico di fare molta attenzione a ciò che all’apparenza può sembrare “tutto oro”…

Matteo

“Gli onesti da nessun guadagno sono indotti all’inganno, i disonesti anche da uno piccolo.” (Cicerone)