Differenze tra ODBC e OLE DB in Windows

Trattiamo oggi le differenze principali che ci sono tra le 2 API: ODBC e OLE DB. Innanzitutto entrambe sono delle interfacce standard che permettono di accedere a database e/o dati di varia natura in ambiente Microsoft Windows (ODBC non è specifico solo per Windows).

Open Database Connectivity (ODBC) è uno standard open, supportato dalla maggior parte dei vendor. Fornisce un accesso ai database relazionali aggirando le limitazioni dell’applicazione nativa, che potrebbe non essere in grado di accedere a tali database. ODBC costituisce pertanto un’interfaccia per accedere a qualunque RDBMS che supporti le API ODBC, come ad esempio Oracle, MS SQL Server, o MySQL. […]

Trattiamo oggi le differenze principali che ci sono tra le 2 API: ODBC e OLE DB. Innanzitutto entrambe sono delle interfacce standard che permettono di accedere a database e/o dati di varia natura in ambiente Microsoft Windows (ODBC non è specifico solo per Windows).

Open Database Connectivity (ODBC) è uno standard open, supportato dalla maggior parte dei vendor. Fornisce un accesso ai database relazionali aggirando le limitazioni dell’applicazione nativa, che potrebbe non essere in grado di accedere a tali database. ODBC costituisce pertanto un’interfaccia per accedere a qualunque RDBMS che supporti le API ODBC, come ad esempio Oracle, MS SQL Server, o MySQL.

Object Linking and Embedding Database (OLE DB) è invece una standard API specifica di Microsoft, sviluppata con l’obiettivo di maggiori prestazioni e in grado di accedere ad una maggior quantità di dati differenti. Difatti la sua particolarità è di permettere l’accesso sia a database relazionali che non, nel primo caso facendo uso di ODBC. Ad esempio è possibile accedere a MS SQL Server, Oracle, Excel, file raw e di altra natura in genere.

Riepilogando, le principali differenze tra i due sono:

  • ODBC:
    • fornisce accesso solo ai database relazionali;
    • è meno efficiente;
    • è uno standard open;
  • OLE DB:
    • fonisce accesso ai dati indipendentemente dalla loro posizione e formato;
    • fornisce accesso alle sorgenti e ai driver ODBC (dunque database relazionali);
    • è più efficiente.

Di seguito l’immagine mostra chiaramente il rapporto tra OLE DB e ODBC, e a quali dati riescono ad accedere.

OLE DB and ODBC differences
Architettura funzionale di OLE DB e ODBC.

Alcuni approfondimenti sono:

roghan

Chiavi a più colonne con phpMyAdmin

Al momento attuale con phpMyAdmin 3.5.1, durante la creazione di una tabella non è possibile specificare chiavi (Primary o Unique) costituite da più colonne. Dunque prima dobbiamo creare una tabella, e poi il metodo più veloce è […]

Al momento attuale con phpMyAdmin 3.5.1, durante la creazione di una tabella non è possibile specificare chiavi (Primary o Unique) costituite da più colonne. Dunque prima dobbiamo creare una tabella, e poi il metodo più veloce è:

  1. selezionare database -> tabella -> struttura
  2. spuntare le colonne della tabella che dovranno far parte della stessa chiave
  3. scegliere Primary o Unique a seconda del tipo di chiave che vogliamo creare

phpMyAdmin_chiavi_colonne_multiple

Matteo

Cosa contiene il database di vCenter Server

In questo articolo verrà esaminato il database utilizzato da vCenter Server, per informare coloro che si chiedono quali dati memorizza o che non hanno mai controllato il suo contenuto ;-). Il database crea principalmente alcune tabelle per memorizzare dati relativi ad eventi, allarmi, informazioni su HA, DRS, sui nodi ESX/ESXi (statistiche, capacità dello storage, spazio libero, …), informazioni sulle VM e sui processi schedulati. […]

In questo articolo verrà esaminato il database utilizzato da vCenter Server, per informare coloro che si chiedono quali dati memorizza o che non hanno mai controllato il suo contenuto ;-). Il database crea principalmente alcune tabelle per memorizzare dati relativi ad eventi, allarmi, informazioni su HA, DRS, sui nodi ESX/ESXi (statistiche, capacità dello storage, spazio libero, …), informazioni sulle VM e sui processi schedulati.

what-is-database

Da notare che le configurazioni dei nodi e delle VM sono invece memorizzate sui singoli nodi, e sono solamente mostrate da vSphere Client al momento della connessione al vCenter Server. Infatti è possibile collegarsi direttamente ad uno dei nodi ESX/ESXi senza vCenter Center, e modificare le configurazioni. Al momento che un nodo viene aggiunto ad un datacenter, vengono lette tutte le informazioni dal nodo e aggiunte al database del vCenter Server. E’ importante ricordare che il database non è essenziale per il funzionamento dei nodi o delle VM, infatti continueranno a funzionare tranquillamente anche se vCenter Server o il suo database non dovessero essere più disponibili: non sarebbero più funzionanti DRS e vMotion, mentre HA continuerebbe a funzionare senza alcun problema. Qualora il database avesse un crash si potrebbe creare una sua nuova istanza, aggiungendo nuovamente gli ESX/ESXi al vCenter Server in modo da ripopolare le informazioni del database. In quest’ultimo caso gli unici dati persi sarebbero le varie statistiche, eventi, allarmi, resource pool, i processi schedulati, e poche altre informazioni non essenziali.

Per ulteriori informazioni consultare i seguenti link (è stato preso spunto dal primo link per questo articolo):

roghan