JaXy, un proxy HTTP in Java

Rendo disponibile per il download un proxy HTTP che ho scritto in Java.

Il proxy effettua le operazioni base di un proxy, supportando il protocollo HTTP 1.1 e rispettando l’RFC 2616:

1. il client (browser) richiede una risorsa (URL);
2. il proxy intercetta la richiesta;
3. il proxy controlla la propria memoria cache per vedere se può rispondere al client direttamente oppure se deve richiedere la risorsa (URL) al server finale;
4. il server finale risponde al proxy;
5. il proxy aggiorna la propria memoria cache con la risposta del server;
6. il proxy crea un nuovo pacchetto ed invia la risposta al client. […]

Rendo disponibile per il download un proxy HTTP che ho scritto in Java.

Il proxy effettua le operazioni base di un proxy, supportando il protocollo HTTP 1.1 e rispettando l’RFC 2616:

  1. il client (browser) richiede una risorsa (URL);
  2. il proxy intercetta la richiesta;
  3. il proxy controlla la propria memoria cache per vedere se può rispondere al client direttamente oppure se deve richiedere la risorsa (URL) al server finale;
  4. il server finale risponde al proxy;
  5. il proxy aggiorna la propria memoria cache con la risposta del server;
  6. il proxy crea un nuovo pacchetto ed invia la risposta al client.

Nella figura seguente è mostrata la logica del funzionamento di un proxy HTTP.

HTTP_Proxy_architecture
Funzionamento di un proxy HTTP

Da Wikipedia: “In computer networks, a proxy server is a server (a computer system or an application) that acts as an intermediary for requests from clients seeking resources from other servers. A client connects to the proxy server, requesting some service, such as a file, connection, web page, or other resource available from a different server. The proxy server evaluates the request as a way to simplify and control their complexity.

L’applicazione non è una servlet ma è un server stand-alone, dunque non necessita di servlet engine o container (come Tomcat).

L’applicazione si chiama JaXy, abbreviazione di Java Proxy, ed è scaricabile e utilizzabile secondo la licenza GPLv3 al seguente link:

JaXy-v0.1.tar.gz – Initial release (2012-06-20):

  • supporto per HTTP 1.1, secondo le specifiche dell’RFC 2616
  • interfaccia semplice a linea di comando
  • supporto per IPv4

Matteo

Privilegi root per bind di porte 1-1023 in Java

Se dobbiamo creare un server in Java per accettare comunicazioni su TCP, è necessario usare la classe ServerSocket, mentre quella Socket è specifica per il lato client. Durante la creazione della componente client, bisogna fare particolare attenzione a quali porte indichiamo se ci troviamo su sistemi Linux/Unix. […]

Se dobbiamo creare un server in Java per accettare comunicazioni su TCP, è necessario usare la classe ServerSocket, mentre quella Socket è specifica per il lato client. Durante la creazione della componente client, bisogna fare particolare attenzione a quali porte indichiamo se ci troviamo su sistemi Linux/Unix. Ad esempio, il codice per mettere in ascolto un server sulla porta 80 è il seguente:

try
{
     ServerSocket server= new ServerSocket(80);
}catch (IOException iex)
{
     System.err.println(ex);
}

Il codice è corretto, ma potrebbe essere sollevata un’eccezione su sistemi Unix/Linux o anche Windows, in quanto sono necessari i privilegi di root/administrator per poter usare le porte nel range 1-1023.

roghan