Configurare la rete

Sotto Linux, i due comandi principali che permettono di controllare e configurare i parametri di rete sono due: ifconfig e route. Altri due comandi utili, che però non verranno trattati in questo howto, sono iwconfig, per la gestione specifica delle schede di rete wireless, e il comando ip, che è una sorta di comando universale con funzionalità simile a ifconfig e route. Vediamo in dettaglio cosa permettono di fare ifconfig e route.
Il comando ifconfig serve sia per ottenere informazioni sulle configurazioni delle schede di rete, sia per configare le schede stesse. Per visualizzare le configurazioni è necessario digitandorlo da solo senza alcun parametro. […]

Sotto Linux, i due comandi principali che permettono di controllare e configurare i parametri di rete sono due: ifconfig e route. Altri due comandi utili, che però non verranno trattati in questo howto, sono iwconfig, per la gestione specifica delle schede di rete wireless, e il comando ip, che è una sorta di comando universale con funzionalità simili a ifconfig e route. Vediamo in dettaglio cosa permettono di fare ifconfig e route.

Il comando ifconfig serve sia per ottenere informazioni sulle configurazioni delle schede di rete, sia per configare le schede stesse. Per visualizzare le configurazioni è necessario digitandorlo da solo senza alcun parametro. Un esempio di output è il seguente

# ifconfig
eth0 Link encap:Ethernet HWaddr 00:1B:24:27:59:84
UP BROADCAST RUNNING MULTICAST MTU:1500 Metric:1
RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:1000
RX bytes:0 (0.0 b) TX bytes:0 (0.0 b)
Memory:da000000-da020000
lo Link encap:Local Loopback
inet addr:127.0.0.1 Mask:255.0.0.0
inet6 addr: ::1/128 Scope:Host
UP LOOPBACK RUNNING MTU:16436 Metric:1
RX packets:41 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:41 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:0
RX bytes:4740 (4.6 KiB) TX bytes:4740 (4.6 KiB)
wlan1 Link encap:Ethernet HWaddr 00:1B:77:22:CD:2D
inet addr:172.20.100.77 Bcast:172.20.100.255 Mask:255.255.255.0
inet6 addr: fe80::21b:77ff:fe22:cd2d/64 Scope:Link
UP BROADCAST RUNNING MULTICAST MTU:1500 Metric:1
RX packets:2805 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:2720 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:1000
RX bytes:1993718 (1.9 MiB) TX bytes:477093 (465.9 KiB)

Come è visibile nell’esempio precedente, solitamente le interfacce mostrate da ifconfig sono le seguenti:

  • eth0, eth1, … sono le schede di rete presenti sulla macchina;
  • wlan1, … sono le interfacce wireless;
  • lo è l’interfaccia logica, denominata anche di loopback, e a cui è assegnato l’indirizzo IP 127.0.0.1. Questa interfaccia indica la macchina stessa e deve essere sempre attiva, anche se il sistema non è collegato ad alcuna rete.

Nel caso in cui si voglia usare ifconfig per la configurazione di una scheda di rete, è necessario prima disattivare la scheda che si vuole andare a modificare, e solo dopo inserire i nuovi parametri. La sintassi è la seguente:

# ifconfig <interfaccia> <indirizzo_ip> down
# ifconfig <interfaccia> <indirizzo_ip> netmask <subnet_mask> broadcast <indirizzo_broadcast>

Il comando route invece serve per gestire l’instradamento dei dati, sia per visualizzare le impostazioni correnti del sistema, sia per definirne di nuove. Senza alcun parametro, o con il parametro n (per avere in output dei valori numerici), mostra le tabelle di instradamento attuali. Ecco un esempio:

# route -n
Kernel IP routing table
Destination Gateway Genmask Flags Metric Ref Use Iface
172.20.100.0 0.0.0.0 255.255.255.0 U 2 0 0 wlan1
0.0.0.0 172.20.100.254 0.0.0.0 UG 0 0 0 wlan1

Importante, nonché utile, è l’opzione con cui si può definire un nuovo default gateway (per tutti gli indirizzi):

# route add default gw <indirizzo_ip>

Di seguito viene mostrato un semplice esempio. Supponiamo di voler configurare la scheda di rete eth0 con l’indirizzo IP 192.168.1.4, maschera di rete 255.255.255.0, e gateway 192.168.1.1. I comandi da digitare sono i seguenti:

# ifconfig eth0 down
# ifconfig eth0 192.168.1.4 netmask 255.255.255.0 broadcast 192.168.1.255
# ifconfig eth0 up
# route add default gw 192.168.1.1

Con pochi e semplici comandi è possibile configurare una qualsiasi scheda di rete. Dopo aver apportato delle modifiche è buona norma riavviare il servizio che si occupa delle rete, anche se non è sempre necessario. Ecco come fare sulle distro Red Hat-like:

# service network restart

e sulle distro Debian-like:

# /etc/init.d/networking restart

Link di approfondimento:

http://www.coresis.com/extra/linuxcorsobase/12-1.htm

http://www.firenze.linux.it/~piccardi/corso/netadmin/node12.html

roghan